San Mauro Castelverde

Comunitā religiose

Evento
A' Fera
Giorno
01/07/2018
Orario
19:30
Descrizione
Celebrazione messa in onore del Santo Patrono e processioni con simulacro
Chiesa
San Mauro Abate
Celebrante
Francesco Giacalone
Note
San Mauro Castelverde detiene il primato della festa patronale più lunga delle Madonie. Questo fatto deriva da due diversi fattori:climatico-ambientale, il clima rigido infatti,  ha suggerito nei secoli passati lo slittamento dei festeggiamenti dal 15 Gennaio alla data attuale, cioè il primo martedì di luglio,la domenica e il lunedì che lo precedono e la domenica successiva, detta dell’ottava; l’altro di natura logistica. Il fèrcolo del Santo, ha subìto nei secoli diverse trasformazioni: si è passati da una Vara a quattro colonne,tutte dorate con  in cima la statuetta della Resurrezione, esistente prima del 1600,  all’attuale fèrcolo ad otto colonne, commissionato nel 1650 ad opera dei carbonai, con dodici puttini e la statuetta dell’Immacolata Concezione in cima.Al centro del fèrcolo c’è naturalmente la statua di San Mauro Abate seduto su un trono. La grandezza ragguardevole della vara , portata in processione da circa 40 persone, più le guide, obbliga a fare sempre lo stesso percorso processionale per alcune vie del paese, dovendosi il Santo spostare dalla propria chiesa a quella della matrice San Giorgio (altro più antico protettore del nostro paese), dove è custodita la reliquia del Santo. Dunque, essendo la vara pesante e grande e dovendosi adempiere a queste pratiche religiose la festa dura 4 giorni in estate e 1 solo giorno nella reale ricorrenza (15 Gennaio). Oggi il 1°martedì di luglio è il giorno solenne dell’intera festa, ma è assai caratteristica la processione dell’ottava, con la benedizione dei campi, che si svolge al Piano San Mauro per i 4 punti cardinali, benedizione che in epoca passata era propiziatrice di un buon raccolto di grano , sostegno e cibo preferenziale della classe contadina seguita; la processione è seguita dalla Santa Messa all'aperto sempre al Piano San Mauro. Tutte le 4 giornate sono sottolineate da processioni solenni,alle quali partecipano le confraternite,con gli antichi costumi,la banda musicale i portatori della vara ,autentici colossi,a testimonianza della  sua pesantezza e tanti,tanti fedeli,anche se emigrati o trasferiti,che ritornano in paese per non dimenticare il proprio passato .